social
social
social
social
social
logo-slide

Segreti di stile

Quali sono i vantaggi di indossare un vestito da sposa Made in Italy?

Il vero abito da sposa Made in Italy è creato interamente in Italia.
Questo significa che la maggior parte dei tessuti ha provenienza nazionale e, nel caso di utilizzo di tessuti pregiati dal mondo, la scelta avviene con molta cura selezionando il fornitore storico e di qualità. In tutti i casi i tessuti sono pregiati per poter sostenere una lavorazione artigianale e per un comfort assoluto.
La lavorazione è effettuata in Italia da sarti esperti e abili. Questo permette di aumentare la qualità del prodotto e di poter lavorare sulle personalizzazioni. Infine il controllo di esperti stilisti consente di avere un risultato di qualità, in cui ogni lavorazione, rifinitura e decoro è perfetto. L'abito da sposa italiano dunque è creato secondo una tradizione storica e le migliori tecniche sartoriali e artigianali per poter offrire un vestito perfetto, bello da vedere e comodo da indossare.

Share on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest
atelier-1

Come scegliere il modello di abito da sposa in base al proprio fisico?

Esistono diversi modelli di abiti da sposa che possono accontentare i gusti di ogni donna. Ma non è solo una questione di stile, è anche una questione di corporatura. Ogni modello ha il potere di mettere in risalto una o più parti del corpo e di mascherarne altre. Vediamo come.

Abito da sposa modello A-line
La parte del busto è fasciante mentre la gonna si allarga progressivamente dalla vita in giù assumendo la forma tipica della lettera “A”. Si tratta di un vestito che potenzialmente sta bene a molte donne perché disegna la figura equilibrando le proporzioni . Questo modello è indicato anche per le spose che vogliono mascherare i fianchi e il bacino e anche per quelle vogliono celare un seno abbondante. Infine il modello di vestito da sposa A-line è indicato anche per le spose che vogliono mettere in risalto la vita.

Vestito da sposa modello classico
Il taglio classico è molto simile al precedente: il busto è aderente e la gonna ampia a partire dalla vita. La differenza sta proprio nell'ampiezza: in questo caso la gonna è leggermente più ampia e spesso arricchita da drappeggi e volumi. Proprio per questo motivo può essere l'abito perfetto per mascherare le curve o le gambe, evidenziando il punto vita .

Abito da sposa modello principesco
Il modello di vestito da sposa principesco può essere definito come un'ulteriore versione dei precedenti. In questo caso la gonna è molto ampia e spesso termina con un lungo strascico. Il corpino rimane aderente ed evidenzia ancora di più la gonna che è maestosa e sostenuta da una struttura interna. Oltre a essere adatto alle donne che vogliono mascherare la parte del bacino, il modello principesco è perfetto anche per nascondere un seno abbondante, oppure per le donne che vogliono mettere in risalto il giro vita.

Vestito da sposa modello scivolato
L'abito è semplice nella forma perché segue le linee del corpo senza fasciarle troppo armonizzando la figura complessiva. I tessuti scelti sono morbidi per permettere alla gonna di creare svasature che bilanciano le forme. Questo tipo di modello è adatto alle spose che vogliono evidenziare le curve con naturalezza e alle spose longilinee.

Abito da sposa modello sirena
I vestiti modello sirena danno risalto alle forme. La loro peculiarità è quella di fasciare il fisico della sposa dal décolleté fino al ginocchio, per poi allargarsi notevolmente. Questo modello è indicato per le donne con i fianchi stretti oppure a coloro che vogliono mettere in evidenza il décolleté . Inoltre può essere l'abito perfetto per far risaltare le curve.

Vestito da sposa modello semi sirena
Gli abiti da sposa modello semi sirena sono una versione leggermente diversa del modello precedente. La differenza è nell'altezza della fasciatura: in questo caso invece di arrivare al ginocchio si ferma prima. In questo modo eventuali imperfezioni sono meno accentuate, anche se un vestito di questo tipo resta sempre perfetto per le donne ben proporzionate .

Abito da sposa corto
È l'ideale per la sposa che vuole mettere in risalto le gambe oppure per slanciare le donne che non possono vantare una statura alta. Va scelto anche in base alla location ed eventualmente, se usato in chiesa, accompagnato da un soprabito che copra le gambe durante la cerimonia.

Share on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

In quale periodo è preferibile scegliere il vestito da sposa?

La ricerca dell'abito da sposa dovrebbe iniziare almeno dieci mesi prima della data del matrimonio . In questa fase è utile sfogliare riviste, fare ricerche sul web e osservare le vetrine dei negozi per farsi un'idea dell'abito preferito. Una volta iniziata la prova degli abiti selezionati ricordatevi che l'abito andrebbe fermato a sei mesi dal matrimonio .
Il periodo che va da marzo a ottobre è perfetto per la scelta del vestito da sposa perché si trovano tutti modelli della collezione dell'anno (gli abiti vengono consegnati negli atelier a partire da settembre).
Infine se scegliete un abito personalizzato o su misura considerate che i tempi possono allungarsi e dunque iniziate le fasi di ricerca e prova con largo anticipo.

Share on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest
atelier-1

Quale tessuto preferire per il vestito da sposa?

Il tessuto dell'abito da sposa va scelto in base alla stagione in cui si celebrerà il matrimonio valutandone la leggerezza, in base al luogo valutandone la trasparenza e infine va scelto in base al modello dell'abito, che può richiedere tessuti dalla consistenza diversa. Vediamo quali sono i tessuti usati per gli abiti GrittiSpose.

Crêpe elasticizzato : realizzato con filati ritorti è caratterizzato da onde e pieghe. Può essere di seta o raso e nella collezione 2017 degli abiti da sposa GrittiSpose si presenta soprattutto elasticizzato per avvolgere nel modo migliore il corpo della donna.

Organza : è un tessuto di seta leggero e delicato che dà un tocco ancora più elegante ai vestiti da sposa. Si caratterizza per la sua lucentezza , per le sfumature madreperla e per essere leggermente sostenuto.

Pizzo : tessuto a ricamo realizzato a punti radi o nodi. Si caratterizza per la sua leggerezza e per la leggera trasparenza. Abbinato al tulle può creare un vero e proprio effetto tattoo con effetto nudo, oppure può essere usato per ornare altri tessuti. Il più prezioso è il pizzo Chantilly , usato in diversi abiti GrittiSpose. Ha origine nella città francese di Chantilly ed è un pizzo di seta con lavorazione a tombolo.

Chiffon: leggero e fluido, può essere di seta o altre fibre ed è realizzato con filati ritorti. Si caratterizza per la sua trasparenza e per la sua delicatezza .

Tulle : è un tessuto a rete finissima realizzato principalmente in seta. Si contraddistingue per la sua leggerezza e per la creazione di velature più o meno trasparenti. Nella collezione di vestiti da sposa GrittiSpose è usato anche in tonalità color carne (oltre al classico bianco) per dare una sfumatura più calda alle velature. Inoltre gli abiti da sposa 2017 si contraddistinguono anche per l'uso di tulle colorati (incarnato e nero) che, sovrapposti al tulle bianco, creano un delizioso effetto ottico e tenui sfumature nocciola e grigio fumé.

Mikado : è un tessuto di origine giapponese , un raso in seta consistente e rigido. Spesso è usato per le decorazioni dell'abito da sposa oppure, come in uno dei vestiti GrittiSpose, viene unito al jaquard per creare un effetto ottico speciale.

Share on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest
atelier-1

Quali sono le diverse tipologie di maniche per un abito da sposa?

Senza maniche
L'abito da sposa senza maniche sta bene alla maggior parte delle donne a esclusione di quelle con il seno molto prosperoso. È perfetto per chi si sposa nei mesi più caldi dell'anno.

Spalline
Le spalline sono adatte alle spose che vogliono dare valore al collo e al décolleté facendo passare in secondo piano il punto vita. Come le precedenti, sono da preferire per chi si sposa in estate.

Manica corta
Le maniche corte equilibrano le dimensioni del busto dunque sono adatte alle spose minute, alle donne con un décolleté poco prosperoso e a chi ha le spalle strette. Ovviamente sono perfette per chi si sposa in primavera o estate.

Manica a ¾
Le maniche a ¾ sono molto eleganti donano un tocco regale alla sposa. Valorizzano le spose con braccia lunghe e magre ma anche quelle che vogliono mascherare il punto vita.

Manica lunga
Le maniche lunghe sono perfette per coprire le braccia esili. Sono ideali per chi si sposa in inverno o in autunno, oppure anche per l'estate se velate di tulle. Infine valorizzano la figura delle spose slanciate.

Share on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest
atelier-1

Scollatura dell’abito da sposa: quale preferire?

La scollatura dell'abito da sposa andrebbe scelta anche in base alla propria corporatura. Vediamo come.

Scollatura dritta
Ideale per chi ha un décolleté non troppo generoso, è la scollatura perfetta per riequilibrare le proporzioni di braccia, collo e spalle.

Scollatura a cuore
Valorizza il décolleté e contribuisce a dare un tocco romantico alla sposa. È perfetta per le spose alte e per mascherare il punto vita.

Scollatura a barchetta
Questo tipo di scollatura lascia le spalle delicatamente scoperte dunque è perfetta per le donne con un décolleté prosperoso, per chi ha il collo non troppo lungo e per le spose con le spalle strette.

Abiti con collo
Il girocollo caratterizza abiti senza maniche con le spalle scoperte oppure abiti più coperti per le donne che si sposano in inverno. È perfetto per le spose con il décolleté prosperoso, per chi ha il collo lungo e sottile, e infine, per evidenziare le gambe.

Monospalla
Si tratta di uno scollo asimmetrico che si adatta a tutti i tipi di corporatura. È adatto anche alle spose con il fisico atletico e alle donne che vogliono dare l'impressione di avere un collo più lungo.

Share on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest
atelier-1

Come individuare lo stile giusto per l’abito da sposa?

Lo stile dell'abito da sposa va scelto in base alla propria personalità, in base al luogo in cui verrà celebrato il matrimonio e in armonia con lo stile dell'intera cerimonia.

Lo stile elegante è la scelta giusta per le spose con una personalità delicata e discreta che vogliono apparire raffinate e sofisticate. Inoltre gli abiti da sposa con stile elegante sono perfetti anche location ricercate e cerimonie dal taglio chic.

Lo stile romantico è perfetto per le spose sentimentali e, allo stesso tempo, accontenta le donne che desiderano un abito ricco di dettagli, con gonne ampie, decorazioni in pizzo e morbide onde. I vestiti da sposa romantici si adattano perfettamente a una location religiosa o molto poetica.

Lo stile colorato comprende abiti da sposa con delicate cromie e pizzi in tinte diverse dal bianco. I vestiti da sposa colorati sono perfetti per le spose che vogliono aggiungere un pizzico di ironia e che vogliono differenziarsi dallo stile classico. Lo stile colorato è perfetto per location contemporanee.

Lo stile sensuale si caratterizza per la presenza di trasparenze, scollature maliziose e spacchi misteriosi. È perfetto per le spose che vogliono sedurre con un abito da sposa leggermente provocante. Questo stile è adatto a tutte le location purché non siano religiose.

Share on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest