social
social
social
social
social
logo-slide

Blog

Quali sono i principali colori di un abito da sposa?

1 marzo 2017

La scelta del colore bianco

Henry Ford diceva che la sua auto Modello T si poteva avere di qualunque colore purché nero. Oggi come oggi, sembra che molte future spose pensino che il loro vestito nuziale debba per forza essere bianco. Invece, non è detto.

Il bianco, si argomenta, simboleggia la purezza e la gioia di questa giornata indimenticabile. Ma, in realtà, è diventata una di quelle cose che si fanno perché… si è sempre fatto così. Eppure, la tradizione dell’abito da sposa di colore bianco è relativamente recente, essendo iniziata nell’Ottocento.

Scelte tradizionali

In passato, si riteneva che il bianco fosse inadatto alle spose che contraevano un secondo matrimonio. Quindi gli abiti da sposa di altri colori erano usati soprattutto in questo caso. Ora, mentre può essere senz’altro che, proprio in un caso del genere, si preferisca conformarsi a questa vecchia tradizione, nulla assolutamente vieta che anche una giovane sposa alle sue prime nozze scelga un colore non convenzionale. E, viceversa, se il caso vuole che si abbia già un matrimonio alle spalle, ebbene, questo non è un buon motivo per non scegliere il bianco, se è quello che si desidera!

Gli altri colori

Una scelta raffinata, diversa dal bianco latte ma non troppo anticonformista, è il colore avorio; richiama la tradizione ma se ne discosta anche, ed è senz’altro elegante. Più audaci sono le tinte pastello, che però potrebbero venir scelte proprio da una sposa che vuol sottolineare il suo anticonformismo. Tra queste, molto amato è un azzurro chiaro, a volte con sfumature cangianti. Un’altra alternativa interessante è un rosa chiarissimo, o un color carne, eventualmente con sovrapposizioni di tessuti semitrasparenti bianchi, che danno un effetto veramente unico. Per i matrimoni più informali, infine, diciamo le cose come stanno: qualunque colore va bene, purché piaccia, prima di tutto, alla sposa stessa!